Programma della disciplina: Anatomia artistica


Disciplina: Anatomia artistica
Docente: Paolo, Belgioioso
E-mail: paolo.belgioioso@albertina.academy
Livello: triennio
Piani di studio di riferimento: decorazionegrafica
Area disciplinare:

ABAV01

Settore scientifico disciplinare:

Anatomia artistica

Descrizione corso:

“In principio era il corpo”

Declinato nelle forme più varie, il corpo umano ha assunto da sempre il ruolo di strumento privilegiato nella comunicazione artistica. Un linguaggio universale che, soprattutto nelle interpretazioni dell’Arte occidentale, si identifica con i mutamenti della storia. Il corpo parlante dell’Arte dona voce ai progressi delle scienze, alle filosofie nella ricerca di senso e nuove identità; alle rivelazioni del sacro; si ammanta di allegorie, metafore e concetti, si frammenta è si ricompone, fino a smaterializzarsi nell’immagine virtuale della contemporaneità. Un’immagine oggi sempre più esposta ed eloquente quando alimenta le seduzioni pubblicitarie per rivestire gli oggetti di desiderio. Il corpo anticipa e trascende l’espressione verbale e per questo è il crocevia delle relazioni con la società, con la natura, con la nostra interiorità. Essere corpo comporta la scelta di come indossarlo, negarlo, esaltarlo, accettarne i cambiamenti anche attraverso gli occhi di chi ci guarda. Postura e gestualità rivelano la sua verità, da sempre interpretata dagli artisti nella più alta espressione. Comprenderne le potenzialità espressive partendo dalla conoscenza della sua anatomia è dunque fondamentale per ogni artista che sceglie il corpo come strumento di comunicazione.

Il corso di Anatomia Artistica si dipana in diversi percorsi, partendo da un nucleo centrale costituito dal rapporto fondamentale tra Arte e Scienza. Scienza nell’analisi delle strutture, degli apparati e dei sistemi, sul piano morfologico e funzionale; arte nella meta finale che porta a superare le barriere formalistiche per approdare in territori dove l’anatomia si converte ai valori simbolici e concettuali.
Gli strumenti offerti sono propedeutici alla fruizione e alla produzione di opere in cui il corpo risulta elemento pregnante della comunicazione artistica.

Argomenti
La sintassi e il linguaggio del corpo, nella sua peculiarità di strumento di elezione dell’Arte visuale, sono i temi che accomunano i programmi delle lezioni dedicate al Triennio, differenziati per anno di frequenza:

– la formazione di base (1° livello), muovendo da alcuni cenni di embriologia e istologia per quanto concerne la morfogenesi dell’apparato locomotore, si riferisce principalmente allo studio delle strutture scheletriche umane e animali e all’analisi delle relative componenti osteologiche e articolari. L’intimo rapporto tra aspetti morfologici e funzionali è analizzato alla luce delle teorie evoluzionistiche e comparative; La comprensione formale delle componenti scheletriche unita allo studio della meccanica articolare in assimilazione ad elementi architettonici, consente inoltre l’acquisizione di un metodo di analisi, in chiave strutturalista, utile in vari ambiti della progettazione artistica.
– La storia dell’iconografia anatomica unitamente a significativi esempi dell’ interpretazione espressiva dell’arte, fanno da sfondo allo studio analitico fornendo spunti e suggerimenti per approfondimenti e modalità di rappresentazione.

– nel percorso didattico dedicato al 2° livello si completa l’analisi dell’apparato locomotore con lo studio del sistema muscolare, specie per quanto riguarda gli effetti motori e plastici, delle localizzazioni adipose e degli annessi tegumentari. L’iter triennale si conclude con uno sguardo ai canoni di proporzionalità della figura umana e alle loro applicazioni nei vari settori delle arti, dell’architettura e del design.

Gli argomenti di ogni singola lezione teorica saranno puntualmente elencati nel programma dettagliato fornito successivamente allo studente.

Didattica
I fondamenti della disciplina vengono proposti attraverso lezioni frontali, osservazioni ed esercitazioni grafiche con l’ausilio del materiale didattico in dotazione alla Scuola (reperti biologici, calchi, preparazioni in tassidermia) e con l’utilizzo di adeguati strumenti per la proiezione di immagini e filmati e per l’osservazione dei reperti.
L’attività di laboratorio prevede la pratica del disegno anatomico mediante copia dal vero di soggetti anatomici e/o la realizzazione di un progetto personale concordato con la docenza.

Esame
Al corso è abbinato un seminario con frequenza obbligatoria (vedi programma prof. ssa R. Fanti).
I crediti formativi (n. 8 c.f.a.) necessari per l’ammissione all’esame si ottengono con la frequenza al corso e al seminario (almeno ¾ del numero totale delle lezioni), con la partecipazione alle attività di laboratorio e con il superamento degli esoneri obbligatori relativi alle parti teoriche. Entrambi gli esoneri dovranno precedere tassativamente la sessione d’esame prescelta.
La produzione grafica realizzata durante l’attività di laboratorio (tavole anatomiche e/o progetti personali) sarà oggetto di valutazione in sede d’esame per la definizione del voto finale unitamente ai risultati degli esoneri teorici.

Bibliografia:

o L. Premuda, Storia dell’iconografia anatomica, ed. Novartis, 1993;
o C. Barucchi – P. Bevilacqua, Forma e funzione, ed. Florio, 1998;
o G. Morelli, Anatomia per gli Artisti, ed. Stabilimento grafico Lega, 2001;
o S. Simblet, Anatomy for the Artist, ed. Dessain et Tolra, 2002;
o M. Bussagli, Sotto pelle, ed. Medusa, 2003
o E. Wolff , Anatomy for Artists, ed. Dover, 2005;
o A.Lolli – M. Zocchetta – R. Peretti , Struttura Uomo,Vol. 1, ed. Neri Pozza, 2009;
o Eadweard Muybridge. The human and animal locomotion photographs, di Hans C. Adam, ed. Taschen, 2014;
o F. H. Netter, Atlante di Anatomia Umana, ed. Edra Masson 2016;
o V. Stingo, Anatomia comparata, ed. Ermes, 2016;
o F. Cafagna, Il disegno del corpo. Anatomia artistica all’Accademia Albertina di Torino (1829-1899), ed. Carocci, 2017;
o Atlanti 3D interattivi, es.: www.visiblebody.com.

Orari

Primo semestre

Giovedì: 08:30 - 13:30, 14:30 - 17:30

Secondo semestre

Venerdì: 08:30 - 13:30, 14:30 - 17:30

Orario di ricevimento:

1°- 2° Semestre, giovedì, 17.30 – 18.30

Previsti esoneri:
Informazioni esoneri:

Esoneri relativi alle parti teoriche del corso.

Previste revisioni:
Informazioni revisioni:

Revisioni relative al lavoro svolto durante l’attività di laboratorio e/o dei progetti personali.

Altre informazioni:

Modulo di iscrizione all’esame della sessione estiva (attivo dal 01 al 10 giugno 2020):
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfrDrbfK5kIAAYQZahqL1iv2_GiDCiN6iBG3wKFmhWpCFkljQ/closedform

Torna ai programmi