Programma della disciplina: Anatomia dell’immagine


Disciplina: Anatomia dell’immagine
Docente: Paolo, Belgioioso
E-mail: paolo.belgioioso@albertina.academy
Livello: biennio
Piani di studio di riferimento: decorazionegrafica
Area disciplinare:

ABAV01

Settore scientifico disciplinare:

Anatomia artistica

Descrizione corso:

Uomo e Natura.
Arte per uno sviluppo sostenibile.

Da sempre l’uomo proietta se stesso in ciò che sta al di fuori di sé, ma l’immagine di questa proiezione, riferita agli ultimi decenni, rischia di delinearsi come un’ombra incombente con una pesante impronta sul pianeta.
L’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo sul piano ambientale, sociale ed economico è evidente. Il programma dell’agenda ONU 2030 ha individuato in 17 punti gli obiettivi per uno sviluppo sostenibile, sottoscritti da 193 nazioni nel 2015.
Inquinamento, eccessivo sfruttamento delle risorse, deforestazione, squilibri sociali ed economici, perdita di biodiversità, fenomeni migratori, riscaldamento globale sono alcuni dei segnali più allarmanti che richiedono urgenti risposte.
Affinché la parola sostenibilità non rimanga uno slogan alla moda, abusato e inutilmente ribadito, è necessaria una presa di coscienza degli effetti inediti e drammatici di queste trasformazioni, e un grande impegno comune per tentare di risolverli.

Il corso si propone di sensibilizzare lo studente su tali urgenze favorendo una riflessione capace di dare voce alla creatività, all’arte e ai suoi strumenti, per suggerire possibili proposte di intervento.
Sul fronte delle azioni possibili, quello dell’arte può rivelarsi determinante per la peculiarità del linguaggio visuale, capace di tradurre pensieri e parole in immagini universalmente comprensibili. La rapida evoluzione tecnologica può accelerarne la diffusione promuovendone la condivisione.

La didattica è svolta attraverso lezioni frontali e discussione dei progetti personali.
Gli argomenti seguiranno un percorso di approfondimento dei rapporti uomo natura, analizzati attraverso le interpretazioni dell’arte, dell’architettura e del design:
il valore culturale del paesaggio e la trasformazione ambientale del territorio;
natura e architettura. Antiche tradizioni e nuove prospettive.
design antropomorfo ed ergonomia. Valori immateriali, simbolici e immaginari;
antropocentrismo e biocentrismo. Equilibrio oltre l’utopia;
rifiuti e contaminazione. Estetica del riciclo.

Oggi più che mai è necessario guardare negli occhi la realtà, non con gli occhi miopi della paura, ma con quelli della lungimiranza, co la fiducia e la volontà di costruire insieme e in tempi brevi il cambiamento. Agli studenti è affidato il compito di individuare la parola giusta su cui costruire l’immagine del loro futuro.

I crediti formativi (n. 8 c.f.a.) necessari per l’ammissione all’esame si ottengono con la frequenza al corso (almeno ¾ del numero totale delle lezioni), la partecipazione alle attività di laboratorio e il superamento di una verifica/esonero che precede la sessione d’esame. Quest’ultima riguarda gli aspetti teorici del corso e le letture di approfondimento, scelte tra i testi consigliati in bibliografia.
L’esame verte sulla discussione degli elaborati e dei progetti personali in relazione alle tematiche affrontate durante il percorso didattico.

Bibliografia:

o Sabina Lenoci, Tra arte, ecologia e urbanistica, Booklet Milano, 2005;
o C. Birrozzi – M. Pugliese, L’Arte pubblica nello spazio urbano, Bruno Mondadori, 2007;
o Ivana Mulatero, Dalla land art alla bioarte. Atti del Convegno internazionale di studi (Torino, 20 gennaio 2007), Hopefulmonster, 2008;
o Paesaggio con figura. Arte, sfera pubblica, trasformazione sociale, A cura di G. Scardi, Ed. Allemandi, 2011;
o V. Gravano, Paesaggi attivi. Saggio contro la contemplazione. L’arte contemporanea e il paesaggio metropolitano, Mimesis, 2012;
o Mario Salomone, Dall’Antropocene al Biocene. La sindrome di Phileas Fogg e i suoi antidoti, Ed. Scholé Futuro, 2012;
o Jacopo Mascitti, Bio-inspired Design. Le prospettive di un design per la sostenibilità ambientale guidato dalla natura, Ed.Altralinea, 2018;
o Luca Mercalli, Non c’è più tempo. Come reagire agli allarmi ambientali, Ed. Einaudi, 2018;
o Enrico Giovannini – Donato speroni, Un mondo sostenibile in 100 foto, Ed. laterza, 2019 (ebook gratuito alla pagina: https://www.unmondosostenibile.it/).

Orari

Secondo semestre

Giovedì: 08:30 - 13:00, 14:30 - 17:30

Orario di ricevimento:

1° – 2° Semestre, giovedì, 17.30 – 18.30

Previsti esoneri:
Informazioni esoneri:

Esonero relativo alla parte teorica del corso.

Previste revisioni:
Informazioni revisioni:

Revisione relativa al processo di realizzazione del progetto personale.

Altre informazioni:

Modulo di iscrizione all’esame della sessione estiva (attivo dal 01 al 10 giugno 2020):
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSenBhjzady_GFfSg3-k0oL38h03-2LgOMpsoJLyeLbfbE0QRw/closedform

Torna ai programmi