Programma della disciplina: Didattica per il museo


Disciplina: Didattica per il museo
Docente: Antonello, Tolve
E-mail: antonello.tolve@albertina.academy
Livello: biennio
Piani di studio di riferimento: didattica
Area disciplinare:

DASL10

Settore scientifico disciplinare:

ABST59

Descrizione corso:

Muovendo da una serie di riflessioni sullo stato attuale dell’arte e sul gioco che ricopre il museo nell’ambito dell’educazione, il corso intende disegnare una piccola storia della didattica nei musei (con le debite declinazioni pedagogiche e andragogiche) a partire dal suo ingresso nel campo di interessi e di strategie che vedono oggi l’educazione al centro di approcci polimorfici, di metodologie sempre più agguerrite, sempre più aperte a un orientamento e a una presa di coscienza storica, sociale, etica.
Inteso come centro di formazione permanente e come spazio dell’agire, del fare, dell’elaborare riflessioni divertendosi, il museo sarà riletto non più come noiosa passerella degli scolari costretti davanti a teche e vetrine, ma sotto la luce ricreativa di un locus amoenus che deve coinvolgere e stimolare (se possibile emozionare) e sicuramente collegarsi via via alle conoscenze, agli interessi di una specifica classe di individui, al fine di educare pubblici di riferimento ben mirati.
Accanto a un itinerario riflessivo che porterà a individuare la nascita di figure e di luoghi che animano il dibattito attorno all’educazione museale, come pure all’organizzazione del sistema didattica (la visita guidata, il laboratorio o anche il corso d’aggiornamento), gli studenti saranno invitati a pensare e a progettare un ipotetico laboratorio rivolto a una fascia d’età non superiore ai dieci anni, tenendo presente la teoria dello sviluppo socio-cognitivo di Vygotskij, secondo cui «educare all’arte e con l’arte permette di promuovere quei processi cognitivi che vengono attivati dalla stessa percezione, e che sono la capacità di riconoscimento della realtà, di coordinamento logico, di astrazione, di sintesi, ossia lo sviluppo delle “funzioni superiori” del pensiero».

* Le revisioni dei singoli progetti sono da concordare de visu o a mezzo posta elettronica assieme agli studenti.

Bibliografia:

G. C. Argan, Il museo come scuola, in «Comunità», n. 3, 1949; J. Dewey, Experience and Education, Kappa Delta Pi 1938 (anche altra edizione o trad. it., Esperienza e educazione); G. de Fiore, Educare all’arte con l’arte, Editrice La Scuola, Brescia 1985; J. Saramago, Manual de Pintura e Caligrafia, Moraes Editores, Bilbao 1977 (anche altra edizione o trad. it., Manuale di pittura e calligrafia) S. Zuliani, Effetto Museo. Arte Critica Educazione, Bruno Mondadori, Milano 2009; M. T. Balboni Brizza, Immaginare il museo. Riflessioni sulla didattica e il pubblico, Jaka Book, Milano 2018 (eventuali altri materiali saranno forniti dal docente nel corso delle lezioni).

Orari

Secondo semestre

Lunedì: 15:30 - 18:30

Martedì: 09:30 - 14:30

Orario di ricevimento:

dopo ogni lezione o anche da concordare con il docente.

Previsti esoneri: No
Previste revisioni:
Informazioni revisioni:

da concordare con il docente.

Altre informazioni:
Torna ai programmi