Programma della disciplina: Fenomenologia delle arti contemporanee [T] A.A. 2021-22


Disciplina: Fenomenologia delle arti contemporanee [T] A.A. 2021-22
Docente: Gabriele, Romeo
E-mail: gabriele.romeo@albertina.academy
Livello: triennio
Piani di studio di riferimento: pitturadecorazionegraficascenografiantapaicomunicazionedidattica
Area disciplinare:

Discipline Storiche, Filosofiche, Psicologiche, Pedagogiche, Sociologiche e Antropologiche

Settore scientifico disciplinare:

Fenomenologia delle arti contemporanee

Descrizione corso:

Descrizione:
Il corso si propone di fornire elementi basici ed approfonditi al fine di far comprendere allo studente l’importanza della fenomenologia (artistica, sociale, scientifica, ed antropologica) sviluppata dalle Arti Contemporanee, dalla fine del XIX secolo fino ai giorni nostri.
L’avvento del Dadaismo, con Marcel Duchamp, e il ‘ready-made’, aprirono sul fronte Novecentista ad un nuovo modo di intendere la funzionalità e l’estetica nel fruire una nuova tipologia di arte.
La pittura, un tempo indispensabile per raffigurare e rappresentare un qualsiasi soggetto (codici miniati, tele), cede il passo a quelle sperimentazioni fotografiche e tecnologiche che gli artisti in breve tempo faranno proprie per mutarle, ad esempio, in video arte, in installazioni e soprattutto in esperienze di tipo sinestetiche (esplorazione degli organi multisensoriali). Lo studio nell’ambito fenomenologico delle arti visive nasce dall’importante contributo del sociologo canadese Marshal McLuhan che espresse nel saggio ‘Understanding Media: The Extensions of Man’ (1964).
Il corso avrà l’obiettivo di analizzare con gli studenti la comparazione internazionale dei media nell’arte contemporanea suddividendola agli studenti sia del triennio che del biennio in cinque periodi: Primo Novecento, Secondo Novecento, Terzo Novecento, Generazioni Baby Boomers e X, Xennials e Millennial.
Di seguito si indicano alcuni degli argomenti che verranno trattati nello specifico durante le lezioni con una suddivisione di 2 moduli (a e b) per gli studenti del Triennio, e di 3 moduli (c, d, e) per gli studenti del Biennio.
Argomenti ed autori per il programma del Triennio

a – Primo Novecento: Op Art; dal Cubismo di Pablo Picasso al Cubismo Orfico di Sonya Terk il Dadaismo di Marcel Duchamp; il Futurismo di Fortunato Depero e il Manifesto del Futurismo di Filippo Tommaso Marinetti (1909); Bauhaus in Germania: L. Moholy Nagy e Oskar Schlemmer; il Surrealismo da movimento ad azione: André Breton, André Masson, Salvador Dalí, René Magritte, Max Ernst., Walt Disney e l’arte della striscia.
b – Secondo Novecento: La Scuola di New York e l’Espressionismo americano: L’Action Painting di Jackson Pollock, e le modulazioni pittoriche di Gorky, Rothko, De Kooning, Newman; il MAC (Movimento d’Arte Concreta) e la nuova funzionalità delle arti visive; Lucio Fontana e lo Spazialismo, Bruno Munari tra l’ estetica del design e l’architettura; Il Gruppo Gutai: Atsuko Tanaka; il suono nelle performance di John Cage; Yves Klein ed il codice IKB; Andy Warhol e l’icona massmediatica; Le teorie di George Maciunas nella Corrente Fluxus.

Completeranno le lezioni letture di approfondimento con momenti di discussione in aula.

Bibliografia:

Bibliografia di riferimento per la preparazione all’esame

Per la parte generale scelta di un testo tra i seguenti:
– G. Romeo, L’intervallo sospeso, connettoma cronico dell’arte, Mimesis, 2021.
– G. Romeo, #Hashtagart – Dallo stile alla neutralizzazione – appunti per una fenomenologia applicata nelle arti visive, Skira, 2018, italiano/inglese.

Per il corso monografico un testo a scelta tra i seguenti:
S. Esengrini, André Masson, L’arte e i suoi pittori – Improvvisazioni, Christian Marinotti Edizioni, 2020.
A. G. G. Prasiliti, All’ombra del Vulcano, Il Futurismo in Sicilia e l’Etna di Marinetti, Leo S. Olschki, 2020.
Salvador Dalí, I Cornuti della vecchia arte moderna, Abscondita, 2008 (1956).
F. Gadducci, L. Gori, S. Lama, Eccetto Topolino, NPE Editore 2020.
R. Barilli, Una mappa delle arti nell’epoca digitale, Marietti, 2019.
G. Botta, Pollock e Rothko, Il gesto e il respiro, Einaudi, 2020.

Per richieste di tesi, sarà integrativo portare all’esame lo studio di uno dei seguenti libri:
M. Gayford, A Bigger Message, Coversazioni con David Hockney, Einaudi, 2012.
T. Travis, The V&A Book of Colour in Design, Thames & Hudson, 2020.
Si ricorda agli studenti che tutte le richieste relative alle tesi di diploma (T/B), dopo aver sostenuto l’esame della materia, dovranno essere preventivate con almeno 8 mesi di anticipo e comunicate al docente via email all’indirizzo fenomenologia@albertina.academy.
Lo studente elaborerà un abstract di 3000 battute in formato Word spiegando il tema che intenderà discutere nella tesi, il docente verificherà l’idoneità dei contenuti e risponderà per programmarne la calendarizzazione (sviluppo, incontri, affiancamento, etc).
Bibliografia di riferimento, consigliata per ulteriori approfondimenti:

R. Barilli, Scienza della cultura e fenomenologia degli stili, il Mulino, Bologna, 1997 (1982).
G. Dorfles, L’intervallo perduto, Skira, Milano, 2012 (2006).
M. McLuhan, Capire i media. Gli strumenti del comunicare, Il Saggiatore Editore, Milano, 2011.
J. A. Gaitán (a cura di), dispense estratte dal catalogo della 8 Edizione della Biennale di Berlino (29.5-3.8.2014), KW Institute for Contempoary Art, Berlin, 2014.
G. Altea e M. Gisbourne, dispense estratte da: URP! Dieci posizioni tra pubblico e privato, Silvana Editoriale, Milano, 2006.
M. Gisbourne, dispense estratte da: Two Artist one expression | Double Act, Prestel, Munich, Berlin, London, New York, 2007.
P. Lü, dispense estratte da: A HISTORY OF ART IN 20th CENTURY CHINA, Somogy édition d’art, Paris, 2013.
Christo e Jeanne Claude, The Floating Piers, project for lake Iseo, Italy (2014-2016), Taschen Editore, Köln, 2016.
L. Hoptam, Wyeth, Christina’s world, The Museum of Modern Art, New York, 2012.
R. Opoku e D. Curti, LaCHAPELLE, LOST + FOUND, Marsilio Editore, Venezia, 2017.
C. Stuckey, Pollock, One, Number 31, 1950, The Museum of Modern Art, New York, 2013.

Orari

Primo semestre

Giovedì: 10:00 - 13:00

Secondo semestre

Giovedì: 10:00 - 13:00

Orario di ricevimento:

Al termine delle lezioni
L’insegnamento è annuale, Iº e Ilº semestre.
L’inizio dell’attività didattica per giovedì 11 Novembre.

Previsti esoneri:
Informazioni esoneri:

Per gli studenti lavoratori, per motivi di salute debitamente documentati.
In questo caso le relative certificazioni dovranno giungere per tempo, al momento dell’iscrizione, alla Segreteria Didattica.

Previste revisioni:
Informazioni revisioni:

Durante l’ultima settimana delle lezioni

Altre informazioni:

Il programma, come da convenzione con l’Accademia Albertina, è valido e opzionabile come insegnamento a scelta per gli studenti del Politecnico di Torino e per i corsi singoli.
L’inizio delle lezioni è previsto per dicembre

INFORMAZIONI TESI:
Per richieste di tesi, sarà integrativo portare all’esame lo studio di uno dei seguenti libri:
M. Gayford, A Bigger Message, Coversazioni con David Hockney, Einaudi, 2012.
T. Travis, The V&A Book of Colour in Design, Thames & Hudson, 2020.
Si ricorda agli studenti che tutte le richieste relative alle tesi di diploma (T/B), dopo aver sostenuto l’esame della materia, dovranno essere preventivate con almeno 8 mesi di anticipo e comunicate al docente via email all’indirizzo gabriele.romeo@albertina.academy.
Lo studente elaborerà un abstract di 3000 battute in formato Word spiegando il tema che intenderà discutere nella tesi, il docente verificherà l’idoneità dei contenuti e risponderà per programmarne la calendarizzazione (sviluppo, incontri, affiancamento, etc).

Torna ai programmi [TheChamp-Sharing]