Programma della disciplina: Fenomenologia delle arti contemporanee [T] A.A. 2021-22


Disciplina: Fenomenologia delle arti contemporanee [T] A.A. 2021-22
Docente: Lorella, Scacco
E-mail: lorella.scacco@albertina.academy
Livello: triennio
Piani di studio di riferimento: pitturadecorazionegraficascenografiantapaicomunicazionedidatticanudo
Area disciplinare:

Discipline storiche, Filosofiche, Psicologiche, Pedagogiche, Sociologiche e Antropologiche

Settore scientifico disciplinare:

Fenomenologia delle Arti Contemporanee

Descrizione corso:

Oltre la cornice e lo schermo. Da Paul Cézanne agli ambienti immersivi
Il corso intende fornire la conoscenza di importanti fenomeni nella storia dell’arte moderna e contemporanea attraverso l’analisi dei cambiamenti relazionali tra l’opera d’arte, artista e pubblico a partire dalla fine del XIX secolo ai nostri giorni. Dalla fine dell’Ottocento, e in particolare con Cézanne e Manet, inizia la rottura con la tradizione prospettica, per poi essere proseguita dalle avanguardie del primo Novecento che pongono le basi teoriche e definiscono alcuni tratti propri delle forme d’arte che si svilupperanno negli anni successivi: la liberazione dalle costrizioni della rappresentazione e della narrazione, la messa in discussione del confine tra arte e vita, l’ibridazione dei generi, il rifiuto della mercificazione dell’arte, il coinvolgimento attivo dello spettatore sia nella fruizione che nella realizzazione stessa dell’opera. Con le nuove tecnologie digitali, i luoghi di circolazione delle immagini, sia statiche che in movimento, si moltiplicano e il concetto spazio-tempo diventa sempre più significativo. Dalla video installazione agli ambienti interattivi, la fruizione dell’opera d’arte è sempre più elastica, attiva e multipla, fino a diventare sempre più coinvolgente con l’esperienza immersiva, che è una particolare modalità di fruizione dei contenuti artistici in cui l’utente è circondato da una installazione o da un mondo virtuale con il quale può interagire per proseguire la sua esperienza percettiva e/o scoprire nuovi significati.
Il corso si articola sulle seguenti 14 unità didattiche:

1. Presentazione del corso.
2. Cosa è la fenomenologia? – L’occhio e lo spirito di Maurice Merleau-Ponty – La rottura dell’illusionismo prospettico in Cézanne e Manet
3. Il Cubismo e l’onnispezione della realtà
4. L’esperienza surrealista e la percezione in Alberto Giacometti
5. Le poetiche dell’Informale europeo e americano
6. Lo Spazialismo di Lucio Fontana e l’eredità futurista
7. L’Arte Povera e il rapporto con la superficie
8. Il movimento Fluxus: l’arte come evento
9. Expanded Cinema e Stan VanDerBeek
10. Oltre la cornice e lo schermo. Video scultura, video performance, video tape: Nam June Paik, Wolf Vostell, Bruce Nauman, Vito Acconci, Dara Birnbaum.
11. Gli ambienti video-installativi: dai primi lavori di Bill Viola, Gary Hill, Fabrizio Plessi ai video ambienti di Eija-Liisa Ahtila, Doug Aitken, Mona Hatoum, Tony Oursler – La video fenomenologia di Vilém Flusser
12. Arte interattiva: Myron Krueger, Jeffrey Shaw, Studio Azzurro
13. Dai panorami agli ambienti immersivi: da Robert Barker a Olafur Eliasson, Pipilotti Rist e teamLab
14. Gli ambienti virtuali: da Char Davies alla piattaforma Acute Art.

Bibliografia:

Bibliografia di riferimento per la preparazione all’esame.

Per la parte generale, scelta di un testo tra i seguenti:
L. Scacco, Alberto Giacometti e Maurice Merleau-Ponty. Un dialogo sulla percezione. Fenomenologia della esperienza artistica, Gangemi, Roma 2017
L. Scacco, Estetica mediale. Da Jean Baudrillard a Derrick de Kerckhove, Guerini, Milano 2004

Per gli argomenti trattati durante il corso un testo a scelta tra i seguenti:

AA.VV., Pablo Picasso, (a cura di Elio Grazioli), Marcos y Marcos, Riga, Milano 1996
Alessandro Amaducci, Videoarte: Storia, autori, linguaggi, Edizioni Kaplan, 2018
Umberto Boccioni, Diari, Abscondita, 2003
André Breton, Manifesti del Surrealismo, Einaudi, Torino 2003
Silvia Bordini, Arte e tecnologia. Videoarte, l’immagine come processo (pdf online)
Michele Dantini, Cubismo. Distruggere per ricostruire, Giunti Editore, 2003
Lucio Fontana, Manifesti scritti interviste, Abscondita, 2015
Lucio Fontana, Ambienti/Environments, a cura di M. Pugliese, B. Ferriani, V. Todolì, Mousse Publishing, 2018
Vilém Flusser 81985), Immagini. Come la tecnologia ha cambiato la nostra percezione del mondo, Fazi Editore, Roma 2009
Fluxus: tutto è arte e chiunque la può fare, Marotta Editori, 2018
Maurice Merleau-Ponty (1961), L’occhio e lo spirito, SE, 1989
Maurice Merleau-Ponty (1945), Il dubbio di Cézanne, in Senso e non senso, Il Saggiatore Milano 1962 (pdf disponibile online)
Francesco Poli, Minimalismo, arte povera, arte concettuale, Laterza 2014
Valentina Valentini, Studio Azzurro. L’esperienza delle immagini, Mimesis 2017
Gene Youngblood (1970), Expanded Cinema, (a cura di Pier Luigi Capucci e Simonetta Fadda), Clueb, Bologna 2013

Orari

Primo semestre

Mercoledì: 00:00 - 00:00

Secondo semestre

Mercoledì: 10:00 - 13:00

Orario di ricevimento:

Al termine delle lezioni su appuntamento.

Previsti esoneri:
Informazioni esoneri:

Per gli studenti lavoratori, per motivi di salute debitamente documentati.
In tale caso, le relative certificazioni dovranno arrivare in tempo, e cioè al momento dell’iscrizione, alla Segreteria didattica, e per conoscenza al docente.

Previste revisioni:
Informazioni revisioni:

Le revisioni si attueranno durante l’ultima settimana delle lezioni.

Altre informazioni:

L’inizio delle lezioni è previsto per mercoledì 2 marzo 2022.
Lezioni frontali o in remoto con proiezioni di immagini e filmati.

Torna ai programmi [TheChamp-Sharing]