Programma della disciplina: Net art


Disciplina: Net art
Docente: Tommaso, Tozzi
E-mail: tommaso.tozzi@albertina.academy
Livello: biennio
Piani di studio di riferimento: nta
Area disciplinare:

Tecnologie per le arti visive

Settore scientifico disciplinare:

Sistemi Interattivi – ABTEC42

Descrizione corso:

NET ART
L’arte del bene comune nelle nuove tecnologie della comunicazione

ARGOMENTI DELLE LEZIONI
Il concetto di interazione. La teoria matematica della comunicazione. Il linguaggio verbale. Il linguaggio non verbale. Un’idea complessa della comunicazione. La cibernetica. La comunicazione come sistema relazionale. La prospettiva sistemica e la teoria dei sistemi. La comunicazione come rappresentazione e la costruzione sociale della realtà.
Ipertesti e nuovi media. Storia del computer, degli ipertesti e delle reti telematiche.
Alcune esperienze artistiche nel dopoguerra, tra avanguardia, underground e tecnologia. Computer graphic e computer art negli anni Sessanta. Prodomi hacker, arte digitale e telematica tra gli anni Cinquanta e Settanta. Esempi di QRcode art. Arte e media. La videoarte e il video come strumento di protesta. Interazione e partecipazione tra opera aperta, happening, performance, media interattivi, arte telematica, telepresenza e satellite.
Net art, tipologie, artisti ed opere.
Augmented art.
Content Management System su piattaforma Mediawiki. Filezilla e FTP. Qrcode. Elementi di HTML. Augmented reality. Tecnologie RFID e RFID Mon Amour. Mailing list con Google Group. La stampa 3D. Lego Mindstorm. Google Cardboard, visione in 3D e filmati a 360 gradi.

OBIETTIVI FORMATIVI
Far conoscere allo studente i principi teorici della Net Art e gli incroci interdisciplinari ad essa connessi attraverso un percorso storico che parte dal secondo dopoguerra.
Fornire allo studente la conoscenza delle principali caratteristiche della Net Art, quali siano gli obiettivi delle principali pratiche, i soggetti che le realizzano, in quali luoghi, al fine di definire un nuovo possibile orizzonte dell’opera d’arte.
Lo studente approfondisce il settore dell’Augmented Reality attraverso un’esercitazione specifica.
Il corso si pone l’obiettivo di aiutare lo studente a individuare nella comunicazione, nell’ambito della relazione con l’altro e nel mettersi al servizio del miglioramento dell’universo comunitario, uno dei principali percorsi di sviluppo dell’arte delle nuove tecnologie della comunicazione.

ESERCITAZIONE OBBLIGATORIA
Gli studenti realizzano dei contenuti accessibili online tramite tecnologie di augmented reality geo-posizionate, qrcode o riconoscimento visivo attraverso smartphone.

TIPOLOGIA E MODALITÀ DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO
Il corso è organizzato in una serie di lezioni frontali di tipo teorico-pratico la cui frequenza è obbligatoria per lo studente.

ORARIO
Le lezioni si svolgono a settimane alterne nei seguenti giorni:
Martedì – 29 ottobre 2019
Mercoledì – 30 ottobre 2019
Martedì – 12 novembre 2019
Mercoledì – 13 novembre 2019
Martedì – 26 novembre 2019
Mercoledì – 27 novembre 2019
Martedì – 10 dicembre 2019
Mercoledì – 11 dicembre 2019
Martedì – 7 gennaio 2020
Mercoledì – 8 gennaio 2020
Martedì – 21 gennaio 2020
Mercoledì – 22 gennaio 2020
Martedì – 4 febbraio 2020
Mercoledì – 5 febbraio 2020

MODALITA DI SVOLGIMENTO DELL’ESAME
L’esame si svolge in forma orale. La verifica dell’esercitazione è svolta durante l’orario delle lezioni.

Bibliografia:

TESTI D’ESAME (DUE CAPITOLI OBBLIGATORI)
1) Un capitolo (anno) a scelta dal libro:
Tommaso Tozzi, Le radici dell’Hacktivism in Italia. 1969-1989, Accademia di Belle Arti di Firenze, Firenze, 2019
La versione cartacea è disponibile nella biblioteca dell’Accademia di Belle Arti di Torino;
La versione su pdf è disponibile online all’indirizzo:
http://www.tommasotozzi.it/index.php?title=Le_radici_dell_Hacktivism_in_Italia_1969-1989_(2019)
2) Un capitolo a scelta da uno dei due seguenti libri:
a) M. Deseriis, G. Marano, Net.art. L’arte della connessione, Shake Edizioni Underground, Milano, 2003.
b) Bishop Claire, Inferni artificiali. La politica della spettatorialità nell’arte partecipativa, Luca Sossella Editore, 2015.

LETTURE CONSIGLIATE (NON OBBLIGATORIE):
– T. Bazzichelli, Networking. La rete come arte, Costa & Nolan, Roma, 2006.
– R. Greene, Internet Art, Thames & Hudson, Londra, 2004.
– C. Paul, Digital art, Thames & Hudson, Londra, 2003.
– L. Taiuti, Multimedia. L’incrocio dei linguaggi comunicativi, Meltemi Melusine, Roma, 2005.
– A. Balzola, A. Monteverdi (a cura di), Le arti multimediali digitali, Garzanti, Milano, 2004.
– A. Chandler, N. Neumark, At a distance – Precursor to Art and Activism on the Internet, Cambridge, London, The MIT Press.
– M. Tribe, R. Jana, New Media Art, Taschen, 2007.
– NGN, Mela marcia, Agenzia X, Milano, 2010.
– T. Tozzi, A. Di Corinto, Hacktivism. La libertà nelle maglie della rete, ManifestoLibri, Roma, 2002, Disponibile anche in internet all’indirizzo http://www.hackerart.org/storia/hacktivism.htm
– R. “Valvola” Scelsi (a cura di), Cyberpunk. Antologia di scritti politici, Shake Edizioni Underground, Milano, 1990.
– S. Home, Assalto alla cultura. Le nuove avanguardie artistiche: lettrismo, situazionismo, Fluxus, mail art, Shake Edizioni, Milano, 2010
– Su richiesta il docente fornirà un ulteriore elenco di libri consigliati.

Orari

Primo semestre

Martedì: 13:30 - 18:30

Mercoledì: 08:30 - 13:00, 13:30 - 18:30

Previsti esoneri: No
Previste revisioni:
Informazioni revisioni:

Le date delle revisioni saranno comunicate dal docente durante il corso.
La verifica dell’esercitazione è svolta durante l’orario delle lezioni.

Altre informazioni:

Nota bene: Le lezioni si svolgono a settimane alterne.

Torna ai programmi