Programma della disciplina: Pittura


Disciplina: Pittura
Docente: Giuseppe Leonardi, Salvatore Giamblanco,
E-mail: giuseppe.leonardi@albertina.academy
Livello: biennio
Piani di studio di riferimento: pittura
Area disciplinare:

Pittura

Settore scientifico disciplinare:

ABAV05

Descrizione corso:

ACCADEMIA ALBERTINA DI BELLE ARTI – TORINO

ANNO ACCADEMICO 2019-2020

SCUOLA DI PITTURA

1° Cattedra di PITTURA DOCENTE 1° FASCIA, TITOLARE PROF. GIUSEPPE LEONARDI
DOCENTE 2° FASCIA PROF.SALVATORE GIAMBLANCO

LABORATORIO di PITTURA (Pittura figurativa e classica )

Dal Realismo di ieri al Realismo di oggi,
le opere del passato come modello,
lo studio dal vero e dei classici
come esercizi per apprendere i rudimenti della pittura
alla ricerca di uno stile e di un linguaggio proprio.

“Ho pensato ad un luogo dove, con serenità, passione, con spirito collaborativo, tutti operano e l’apprendimento avviene sul campo, attraverso lavori effettivi, non simulati, non teorici, né impostati astrattamente sulle burocrazie o sulla lusinga di possibili esposizioni e dove non disdegno sporcarmi le mani. Questo perché senza la libera ricerca dell’autentico, anche l’insegnamento della pittura, delle arti, risulta privo di motivazioni, di fascino, di stimolo e attualità e si riduce a qualcosa di banalmente ripetitivo e scolasticamente astratto. Cioè, quello che affascina è il confermare e non il rifiutare quanto ci è dato per nascita, rispettando la nostra libertà di pensiero, senza lasciarci influenzare da stereotipi e conformismi esterni. Ogni allievo viene così messo in condizione di elaborare un modello personale di esecuzione, che rispetti tanto i presupposti teorici e tecnici quanto le sue caratteristiche di personalità, di motivazioni e attitudini. A cui si aggiunge un ulteriore aumento di conoscenze che deriva dal lavorare insieme ad altri e il seguire le particolari verità messe da questi in opera”.
Gianfranco Rizzi

“Il bono pittore à da dipingere due cose principali:
l’homo e il concetto della mente sua”. Leonardo da Vinci

Il corso parte dal presupposto che si debba tener conto di tutti gli aspetti che lo studio della disciplina presenta. A fini professionali deve necessariamente voler dire fornire conoscenze, capacità di progetto, tecniche e metodologie relative alla pittura.
La prima parte del corso verrà dedicato allo studio del disegno e della figura umana come conoscenza dei volumi e delle proporzioni nella comprensione delle svariate realtà da rappresentare puntualizzando la conoscenza del segno e la composizione grafica dello spazio. Da queste premesse si procederà allo studio del mezzo pittorico vero e proprio a partire dalle tecniche (preparazione dei vari supporti, tempera, tecnica mista, olio, acrilico) per arrivare all’acquisizione di una metodologia personale che ogni allievo dovrà affinare progressivamente nella conoscenza della materia. Lo studio dal vero e l’esecuzione di copie di autori della tradizione pittorica saranno da stimolo per una maggiore sensibilità espressiva. Per questa parte di corso si devono produrre almeno tre opere pittoriche.
La seconda parte del corso accoglierà tutti gli intendimenti e le pratiche pittoriche che lo studente volesse sperimentare nello svolgimento della sua ricerca la quale dovrà essere sempre discussa e concordata preventivamente con il docente. Sarà solo dopo aver interrogato a fondo il senso della ricerca che lo studente vuole intraprendere che si passerà a definire il progetto di lavoro, ad individuare le tecniche, gli strumenti e le metodologie più idonei alla sua realizzazione. Saranno svolte verifiche costanti così da garantire un puntuale controllo sulla corrispondenza tra progetto ed esecuzione. Ogni singolo progetto di lavoro deve produrre almeno tre opere. Alla conclusione del progetto saranno prese in considerazione le potenzialità evolutive dello stesso o l’apertura di un nuovo progetto. L’insieme dei progetti e delle relative opere costituiranno l’oggetto di discussione in sede d’esame e ne determineranno l’esito.

NB:

Per ogni annualità del corso devono essere prodotte almeno sei opere per essere ammessi a sostenere l’esame.

CORSO BIENNALE PER DIPLOMA ACCADEMIA DI SECONDO LIVELLO IN ARTI VISIVE
E DISCIPLINE DELLO SPETTACOLO

ARGOMENTI DEL CORSO LABORATORIO 1
– Formazione, regole e struttura della “Rappresentazione” pittorica.
– Il concetto di “Figurabilità”.
– Contenuto e Soggetto.
– Simbolo, Allegoria.
– Linguaggio, tecnica e materia.
– La forma e lo spazio: la composizione.
– Colore, linea, superficie, luce ed ombra.
– Figura umana, ritratto, paesaggio, natura morta, rappresentazioni sacre e profane.
– Rapporto tra modello, disegno e quadro.
– Strutture, capacità e convenzioni.
– Lo studio dei classici.
– Ai margini della Pittura: i territori dove non vi è né forma né struttura
– Esperienze di Pittura Figurativa e ricerche personali

ARGOMENTI DEL CORSO LABORATORIO 2
– Approfondimenti dei temi precedenti.
– Esperienze di Pittura Figurativa e ricerche personali.

Bibliografia:

-P. Francastel, “Lo spazio figurativo dal Rinascimento al Cubismo”, Einaudi, 1980, Torino
-Hans Sedlmayr, “Arte e verità”, Rusconi, 1984, Milano.
-Hans Sedlmayr, “La Rivoluzione dell’Arte Moderna”, Garzanti, 1964, Milano.
-Titus Burckardt, “L’Arte Sacra in Oriente e in Occidente”, Bompiani, 2003, Milano.
-Leonardo da Vinci, “Trattato della Pittura”, Ed. Tea, 1995, Milano.
-De Chirico “Piccolo trattato di tecnica pittorica”, libri Scheiwiller.
-Previati “ La tecnica della pittura”, Tasco.
-Gianfranco Rizzi, “Arte all’inizio del Terzo Millennio”, Promotrice delle Belle Arti, 2000, Torino.
-Gianfranco Rizzi, “La pittura di Paesaggio – Grugliasco nei disegni della Scuola di Pittura di Gianfranco Rizzi” 1999, Grugliasco.
-Gianfranco Rizzi, “(F)atti d’Arte”, Promotrice delle Belle Arti, 2001, Torino.
-Gianfranco Rizzi, “Hortus Botanicus Taurinensis” Ed. Neos, 2002, Torino.

Orari

Primo semestre

Lunedì: 10:00 - 13:00, 14:00 - 17:00

Martedì: 10:00 - 13:00, 14:00 - 17:00

Mercoledì: 11:00 - 13:00, 14:00 - 16:00

Giovedì: 11:00 - 13:00, 14:00 - 16:00

Secondo semestre

Lunedì: 10:00 - 13:00, 14:00 - 17:00

Martedì: 10:00 - 13:00, 14:00 - 17:00

Mercoledì: 11:00 - 13:00, 14:00 - 16:00

Giovedì: 11:00 - 13:00, 14:00 - 16:00

Orario di ricevimento:

Nei giorni di mercoledì e giovedì di mattina.

Previsti esoneri: No
Previste revisioni:
Informazioni revisioni:

Saranno svolte verifiche costanti così da garantire un puntuale controllo sulla corrispondenza tra progetto ed esecuzione.

La verifica pre-esame avverrà sempre l’ultima settimana di lezione prima degli esami (obbligatoria).

Altre informazioni:

Saranno svolte verifiche costanti così da garantire un puntuale controllo sulla corrispondenza tra progetto ed esecuzione.

Le verifiche pre-esame saranno sempre l’ultima settimana di lezione prima degli esami (obbligatorio).

Torna ai programmi