Programma della disciplina: Product Design 2 [B] A.A. 2021-22


Disciplina: Product Design 2 [B] A.A. 2021-22
Docente: Giovanni, Levanti
E-mail: giovanni.levanti@albertina.academy
Livello: biennio
Piani di studio di riferimento: pai
Area disciplinare:

DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE E ARTI APPLICATE

Settore scientifico disciplinare:

DESIGN ( ABPR17)

Descrizione corso:

A.A.: 2021 – 2022

Disciplina: Product Design 2 [ B ]
Crediti: 10

Docente: Giovanni Levanti

Finalità didattica
ll progetto di design vive oggi la complessità della nostra società tra continue richieste di novità che arrivano da mercati sempre più saturi, innovazioni tecnologiche che modificano i nostri comportamenti, la globalizzazione che esaspera il concetto di serialità alimentando così anche il desiderio di diversificazione e unicità e la necessaria attenzione verso uno sviluppo sostenibile.
Se questo è lo scenario, l’obiettivo è quello di fornire allo studente gli strumenti necessari per un approccio consapevole al design per ripensare e inventare – attraverso un progetto portatore di pensiero – le caratteristiche e i modi d’uso degli oggetti che ci circondano. Un progetto in grado di trasformare le idee in nuove cose per vivere meglio.
Un progetto che metta al centro l’uomo, i suoi sogni e il suo futuro.

Il corso di Product Design 2 ha l’obiettivo di fornire agli studenti del secondo anno del biennio specialistico,
una esperienza di tipo progettuale avanzata, finalizzata a preparare professionisti della progettazione
pronti ad inserirsi nel mondo della produzione e in grado di lavorare su tematiche innovative e sperimentali sia
nell’ambito della produzione d’impresa, sia in quello della piccola serie e dell’autoproduzione.
La sostenibilità ambientale, i nuovi archetipi domestici e urbani, la serie diversificata, la produzione in serie limitata, e il design primario, alcuni dei temi.

Struttura e criteri
Il corso di natura progettuale, prevede 2 esercitazioni (1 per semestre).

Il docente seguirà con colloqui individuali e progressive verifiche l’attività progettuale dello studente.

Alla data fissata lo studente presenta, dopo una adeguata attività di ricerca, una breve descrizione (sinossi/abstract ) della propria idea. L’idea sarà quindi ulteriormente confrontata con la produzione esistente, sviluppata attraverso disegni, schizzi e modellini di studio e infine definita nella sua forma finale.

Saranno proprio idea, ricerca, sviluppo e comunicazione del progetto i quattro punti sui quali – in sede di esami – si farà riferimento, premiando coerenza e maturità dello studente nell’affrontarli.

Esame Finale
L’esame finale consiste in una prova orale sulla base degli elaborati grafici e di eventuali modelli in scala appropriata richiesti.

Durante il corso sono previste delle scadenze che concorrono a determinare il giudizio in sede di esami.

Bibliografia:

Bibliografia consigliata

Sul design industriale e la sua definizione: due classici
G. Dorfles, Introduzione al disegno industriale, Piccola Biblioteca Einaudi, Torino, 1972
T.Maldonado, Disegno industriale, un riesame, Feltrinelli, Milano, 1976
Un po’ di storia
D.Dardi, V.Pasca, Manuale di storia del design, Silvana Editoriale, Milano, 2019
Enrico Morteo, Grande atlante del design – dal 1850 ad oggi, Electa Milano, 2008
A.Branzi, ll Design – storia e controstoria, Giunti Editore, Firenze, 2007
Maurizio Vitta, Il progetto della bellezza. Il design fra arte e tecnica 1851-2001, Einaudi Editore, Torino, 2001
Sul “modo italiano”
G.Bosoni, ll Modo italiano, Design e avanguardie artistiche in italia nel xx secolo, Skira, 2007
G.Bosoni, La cultura dell’abitare, il design in Italia 1945-2001, Skira, 2003
S.Annichiarico, 1945-2000 Il design in Italia – 100 oggetti della collezione permanente del design italiano, La Triennale di Milano, Cangemi Editore, Roma, 2001
Sul design dell’ultima generazione italiana
C.Alessi, Dopo gli anni zero, Editori Laterza, Roma-Bari, 2014
Parola di designer: sul design e sul progettare
E.Mari, La valigia senza manico – Arte, design e karaoke, Bollati Boringhieri, Torino, 2004
Pensieri e parole su casa, cose e spazi
G.Perec, Specie di spazi, Bollati Boringhieri, Torino, 1989
E.Coccia, Filosofia della casa – lo spazio domestico e la felicità, Einaudi, Torino, 2021
Abitare la città
E. Manzini, Abitare la prossimità – Idee per la città dei 15 minuti, Egea Milano
Su progetto e sostenibilità
P.Antonelli, A.Tannir, Broken Nature-XXII, Triennale di Milano, Electa, 2019

Eventuali altri testi su argomenti specifici saranno suggeriti durante il corso

Orari

Primo semestre

Mercoledì: 14:00 - 17:00

Orario di ricevimento:

lunedì e mercoledì su appuntamento scrivendo a giovanni.levanti@albertina.academy

Previsti esoneri: No
Previste revisioni: No
Altre informazioni:
Torna ai programmi [TheChamp-Sharing]