Programma della disciplina: Sistemi interattivi – II livello


Disciplina: Sistemi interattivi – II livello
Docente: Ennio, Bertrand
E-mail: ennio.bertrand@albertina.academy
Livello: triennio
Piani di studio di riferimento: nta
Area disciplinare:
Descrizione corso:

CORSO di SISTEMI INTERATTIVI – Triennio 2° livello

Obiettivi formativi
Il corso si propone di sviluppare la capacità di progettare a realizzare da soli o in piccoli gruppi, una installazione artistica che interagisca alla presenza di persone, animali, oggetti o condizioni ambientali e che veicoli dei contenuti raccolti o realizzati in sede progettuale quali per esempio: audio, video, luce, movimenti motorizzati.

Prerequisiti (propedeuticità)
Conoscenza e uso elementare del computer e delle sue funzioni

Contenuto del corso
Per il corso verranno impiegati hardware e software di facile utilizzo, ma estremamente potenti progettati esplicitamente per utenti che non abbiano una specifica formazione in ambito informatico.
È comunque indispensabile la conoscenza basilare del computer e del suo impiego nella scrittura, registrazione di file o l’esplorazione di contenuti informatici diversi come audio e video.
Per affrontare il tema dell’interattività userò un sistema digitale originale che impiego già da anni all’Accademia di Belle Arti di Torino. Sistema che ha un’origine artistica in quanto è iniziato da una richiesta per la realizzazione di una installazione interattiva per l’artista torinese Piero Gilardi. Sistema che uso da anni per le mie installazioni. Aggiungo anche la mia personale esperienza nella realizzazione di lavori installativi interattivi che ha avuto inizio nel 1992 che risulta essere, in base alle fonti documentali uno dei primi lavori interattivi di un artista italiano.
Il corso comprende la descrizione e l’impiego di sensori e attuatori che consentono al computer di comunicare con il mondo esterno i contenuti che compongono l’opera progettata.
I sensori
I sensori normalmente usati sono: di prossimità, di calore, di magnetismo, di luce, ad ultrasuoni, con webcam, ad infrarossi, di soffio, microfonici, ecc.
Gli attuatori
Saranno descritti e presentati gli attuatori più usati: servo motori e stepper, driver per l’accensione di LEDs anche colorati, altoparlanti e exciter per suono, emanatori di profumi, piccoli e semplici automi, ecc.
La descrizione delle prestazioni ottenibili da un computer si riferisce a reali esperienze e a lavori funzionanti eseguiti dagli allievi dell’Accademia di Torino.
Precedenti esperienze in corsi analoghi hanno evidenziato la difficoltà ad immaginare un lavoro per cui inizio suggerendo agli allievi di individuare un tema da indagare e sviluppare in concreto, seguendoli nel loro percorso di indagine e preparazione del progetto presentato e descritto in inizialmente dagli studenti con un testo scritto.

Metodi didattici
Lezioni di gruppo. Presentazione e descrizione del sistema per l’interattività proposto nel corso. In seguito gli studenti dovranno progettare un proprio lavoro inizialmente descritto con un testo scritto e corredato di immagini, che illustri gli obbiettivi che si intende raggiungere e produrre. Ogni progetto sarà esaminato dal docente per individuare le migliori modalità di realizzazione. Costruzione concreta del progetto in modo individuale o in piccoli gruppi (max 4 studenti).
Ogni progetto evocherà inevitabilmente percorsi e esperienze analoghe o assimilabili, di artisti affermati che hanno impiegato l’interattività (p. es. Studio Azzurro) dei quali verranno descritti e analizzati i lavori anche attraverso siti internet.

Modalità della verifica del profitto
Valutazione del lavoro progettato e realizzato e l’impegno profuso durante il corso

Lingua d’insegnamento
Italiano

Bibliografia:

Titolo: Media, New Media, Post Media
Autore: Domenico Quaranta
Editore: Postmedia Books

Orari

Secondo semestre

Martedì: 09:00 - 11:00

Orario di ricevimento:

Richiesta e prenotazione attraverso email

Previsti esoneri: No
Previste revisioni: No
Altre informazioni:
Torna ai programmi