Programma della disciplina: Storia dell’arte antica


Disciplina: Storia dell’arte antica
Docente: Antonio, Musiari
E-mail: antonio.musiari@albertina.academy
Livello: triennio
Piani di studio di riferimento: Array
Area disciplinare:
Descrizione corso:

Questo corso intende esplorare i principali linguaggi dell’arte sviluppata nell’ambito delle poleis greche dall’età arcaica in poi, fino alla sua diffusione, dopo la formazione dei regni ellenistici, in territori lontani dalla Grecia continentale. Successivamente, si prenderanno in considerazione alcuni momenti della colonizzazione greca in Italia la civiltà etrusca dalle origini in poi. Si porrà in evidenza la forza della tradizione che collega, dal modello all’interpretazione, l’arte greca a quella etrusca e romana. Fulcro del percorso così avviato saranno pertanto la nascita e lo sviluppo dell’arte romana.
Data l’ampiezza cronologica degli argomenti da trattare, se ne attraverso una selezione di opere, con riferimenti all’interpretazione dal Rinascimento fino dibattito critico contemporaneo. Andranno a costituire i nuclei tematici da ripartire su 18 lezioni i paradigmi della scultura, nella valenza mitizzante o più apertamente celebrativa, della pittura grazie ad esempi riferiti a diverse tecniche e maestri, e l’architettura intesa come espressione di tipologie di edifici in rapporto con l’ambiente (concretizzazione di un sistema valoriale nella progettualità urbanistica).
Un approfondimento riguarderà le origini simboliche ed ideali della ritrattistica nel mondo greco, attraverso l’interpretazione orientale ed etrusca fino alla esaltazione dei soggetti nella ritrattistica della Repubblica e del principato romani.

Finalità
1) generale
attualizzare il tradizionale processo di insegnamento-apprendimento, proprio delle Accademie d’arte, attraverso l’analisi di tecniche e linguaggi su originali e riproduzioni di capolavori della classicità;
2) particolare
recuperare in senso sincronico il confronto tra le opere selezionate, in modo da valorizzarne l’eterna contemporaneità di segni e simboli.

Obiettivi
– riconoscere nel tessuto urbano, nelle permanenze monumentali e nelle iconografie, la conservazione e la rivisitazione di stili e forme della classicità;
– comprendere in modo autonomo, ma nell’interazione dei saperi, i reperti e i contesti del passato greco, etrusco e romano nei siti originari e nei contesti museali;
– esprimere il proprio potenziale artistico nel senso della continuità, sia attraverso l’interpretazione storico-critica, sia attraverso la rielaborazione creativa delle suggestioni del passato.

Svolgimento delle lezioni
Ogni lezione sarà organizzata secondo due poli tematici, cui corrisponderanno altrettanti periodi di spiegazione frontale, di un’ora e trenta ciascuno. Presentato l’argomento anche col sussidio di Power Point, il docente procederà ad una sintesi, intesa come base per un confronto interattivo, organizzato da domande e osservazioni degli studenti. Si offrirà così l’occasione di saldare al meglio le competenze originali derivanti dalla frequenza delle lezioni con quelle depositate nei testi in via di studio.

Bibliografia:

– Giorgio Bejor-Marina Castoldi-Claudia Lambrugo, “Arte greca. Dal decimo al primo secolo a.C.”, Milano, Mondadori, 2013 (€ 36.00);

– Mario Torelli, “L’arte degli Etruschi”, Roma-Bari, Laterza, 2008 (€ 11.00);

– Mario Torelli-Mario Menichetti-Gian Luca Grassigli, “Arte e archeologia del mondo romano”, Milano, Longanesi, 20113 (€ 59.00);

– Giuseppe Pucci, “Le tecniche del bello. I canoni della scultura nella Grecia classica” (fotocopie fornite dal docente);

– Maria Cecilia Parra, “L’arte greca in Italia meridionale tra scoperte, riscoperte, ricezioni” (fotocopie fornite dal docente).

In caso di gravi e provati motivi che impediscano la frequenza di parte delle lezioni, l’esame consisterà nella sola fase 2), ma verterà anche su un ulteriore testo concordato con il docente.

Orari

Primo semestre

Giovedì: 14:00 - 17:30

Secondo semestre

Giovedì: 14:00 - 17:30

Orario di ricevimento:

Giovedì, 13.30 prima della lezione.

Previsti esoneri: No
Previste revisioni: No
Altre informazioni:

Modalità d’esame:
1) Tre test scritti sulle competenze acquisite, svolti al termine delle grandi sezioni tematiche (arte greca, etrusca e romana) svolte durante le lezioni frontali. Le votazioni dei test concorreranno al voto finale.
Chi non potrà prendere parte a uno o più test porterà la parte corrispondente del programma al colloquio orale.

2) colloquio individuale sul corso (lezioni del docente) e sui libri in bibliografia.

Torna ai programmi