Programma della disciplina: Tecniche e tecnologie della decorazione [B] A.A. 2021-22


Disciplina: Tecniche e tecnologie della decorazione [B] A.A. 2021-22
Docente: Monica, Saccomandi
E-mail: monica.saccomandi@albertina.academy
Livello: biennio
Piani di studio di riferimento: decorazione
Area disciplinare:

ABAV11

Settore scientifico disciplinare:

ABAV12

Descrizione corso:

L’arte in città e l’arte di fare la città- L’essere umano e il contesto urbano

Il corso “Tecniche e Tecnologie della Decorazione si articola in due parti: la prima si svolge attraverso lezioni teoriche e approfondimenti di carattere cognitivo e tecnico comuni ai due indirizzi del Biennio Arte Pubblica e Spazi e Pratiche del Contemporaneo sul concetto di decorazione e altri argomenti ad essa legati; la seconda si realizza in laboratorio con la scelta di un luogo nel quale sviluppare un intervento d’arte.
Partendo dall’idea diffusa della decorazione come arte minore, si articola una rilettura per un aggiornamento del suo significato nel contesto contemporaneo.
La decorazione, se espressa ad un alto livello qualitativo, è una disciplina artistica complessa e di lettura poliedrica e trasversale a tutte le altre di arti visive (pittura, scultura, architettura, scenografia), da cui deriva la sua peculiarità ad agire con lo spazio e a generarsi come evento con un potenziale trasformativo.

Nella contingenza è ancora e fondamentale chiedersi con quali modalità la decorazione si confronti con il pubblico e quali siano i suoi spazi. Nella generazione degli artisti contemporanei è particolarmente avvertita la necessità di riappropriarsi degli spazi pubblici e trasformare le strade e le piazze attraverso progetti volti a recuperare un dialogo con la comunità. In nuovi campi di applicazione la decorazione diventa arredo urbano. In questo settore le possibilità sono molteplici e assumono tanto più valore quanto più elevato è il significato simbolico dei luoghi.

Attraverso lo studio dell’evoluzione della disciplina che è riuscita a unire l’uso delle nuove tecnologie e dei nuovi materiali senza trascurare tecniche e materiali tradizionali, gli studenti/esse possono progettare e mettere in pratica diversi approcci e modelli sia nello spazio contemporaneo pubblico che in quello privato.
Le basi concettuali
Il progetto – metodologie e artisti
Il design
L’architettura
Le arti visive- Le avanguardie e la percezione dello spazio

Le grammatiche:
Il colore
Il disegno
I plastici
I materiali

La parte pratica riguarda la realizzazione di un intervento che, secondo la reale praticabilità dello spazio a disposizione, potrà concretizzarsi fisicamente oppure virtualmente attraverso la produzione di fotomontaggi, video, maquette, diario progettuale.

Bibliografia:

Barbara A. Storie di architettura attraverso i sensi. Mondadori, 2001
Boeri S. Urbania. Skira, 2021
Bonito Oliva A, Enciclopedia delle arti contemporanee. Electa, 2010
Celant G. Arte/Ambiente. Catalogo Biennale Venezia, 1977
Celant G. Arte e Architettura. Catalogo Skira, 2008
Cellamare C. Progettualità dell’agire urbano. Carrocci, 2012
Chealmers A, Lanz F. Decorazione interculturale fra Design e Architettura. Franco Angeli, 2008
Detheridge A. Scultori di speranza. Einaudi, 2012
Dorfles G. L’intervallo perduto. Skira, 2012
La Cecla F. Mente locale. Eleuthera, 2021
La Cecla F. Contro l’architettura, Bollati Boringhieri, 2008
La Pietra U. Interno/esterno. Corraini Edizioni, 2013
Landy C. L’arte di fare la città. Codice Edizioni, 2006
Mari E. Lezioni di disegno. Rizzoli, 2008
Munari B. Da cosa nasce cosa. Laterza, 2003
Poli F. Minimalismo. Arte Povera, arte Concettuale, Laterza, 1995
Poli F, Bernardelli F. Mettere in scena l’arte contemporanea. Johan & Levi 2016
Pugliesi M. L’arte nello spazio pubblico. Mondadori, 2011

Orari

Secondo semestre

Martedì: 10:00 - 13:00, 14:30 - 18:00

Mercoledì: 10:00 - 13:00, 13:00 - 15:00

Orario di ricevimento:

Mercoledii 17.00/18.00

Previsti esoneri: No
Previste revisioni:
Informazioni revisioni:

Sono previste esercitazioni mirate a mettere in pratica le conoscenze e gli strumenti interpretativi che ne derivano.

Altre informazioni:

Le competenze che si intendono fornire hanno l’obiettivo di trasmettere la comprensione del processo progettuale a diverse scale dall’oggetto alla dimensione urbana
Il laboratorio ha un carattere interdisciplinare e si propone di fornire agli studenti attraverso alcune lezioni tematiche, metodologie diverse attraverso lo studio di figure professionali tra arte e architettura

Torna ai programmi [TheChamp-Sharing]