Programma della disciplina: Anatomia artistica (Corso Belgioioso/Fanti)


Disciplina: Anatomia artistica (Corso Belgioioso/Fanti)
Docente: Paolo, Belgioioso
E-mail: paolo.belgioioso@albertina.academy
Livello: Triennio
Area disciplinare: Anatomia artistica
Settore scientifico disciplinare: ABAV01
Descrizione corso:

Declinato  in forme simboliche, idealizzate,  celebrative o surreali, il corpo umano ha assunto da sempre il ruolo di strumento privilegiato nella comunicazione artistica. Un linguaggio universale che, nelle interpretazioni  dell’Arte occidentale, si identifica con i mutamenti della storia.

Il corpo parlante dell’Arte dona voce ai progressi delle scienze, alle filosofie nella ricerca di senso e nuove identità; alle rivelazioni dello spirito; si rinnova mediante simboli, metafore e concetti, si frammenta è  si ricompone,  fino a smaterializzarsi nell’immagine virtuale della contemporaneità. Un territorio visuale dinamico dove armonie antropometriche, gestualità estetizzanti, emozioni plastiche o intime lacerazioni  si traducono in paesaggi in continua trasformazione.

Ma alla base di tutto è la sua fisicità, il suo modo di rapportarsi con lo spazio, che sostanzia l’idea di un’arte del corpo in divenire, sempre più necessaria, coinvolgente ed inclusiva.

Fondamentale dunque è osservarne la realtà per comunicarla con il linguaggio della creatività. Il percorso di qualsiasi artista del passato e di oggi non può prescindere dalla conoscenza del corpo, riprodotto con un rigore quasi scientifico o reinterpretato fino a renderne irriconoscibili i connotati. 

Il corso di Anatomia Artistica si dipana attraverso vari  percorsi, partendo da un nucleo centrale costituito dal rapporto fondamentale tra Arte e Scienza.

Scienza nell'analisi delle strutture, degli apparati e dei sistemi, sul piano morfologico e funzionale; arte nella meta finale che porta a superare le barriere formalistiche per approdare in territori dove l'anatomia si converte ai valori simbolici e concettuali.

Gli strumenti offerti sono propedeutici alla fruizione e alla produzione di opere in cui il dato anatomico risulta elemento pregnante della comunicazione artistica.

 

Argomenti

La sintassi e il linguaggio del corpo, nella sua peculiarità di strumento di elezione dell’Arte visuale, sono i temi che accomunano i programmi delle lezioni dedicate al Triennio, differenziati per anno di frequenza:

  • la formazione di base (1° livello), muovendo da alcuni cenni di embriologia e istologia, si riferisce principalmente allo studio delle strutture scheletriche umane e animali e all’analisi delle relative componenti osteologichee articolari. L’intimo rapporto tra aspetti morfologici e funzionali è analizzato alla luce delle teorie evoluzionistiche e comparative;

  • nel percorso didattico dedicato al 2° livello si completa l’analisidell’apparato locomotore con lo studio del sistema muscolare, specie per quanto riguarda gli effetti motori e plastici, delle localizzazioni adipose e degli annessitegumentari. L’iter biennale si conclude con uno sguardo ai canoni di proporzionalità della figura umana;

 

Didattica

I fondamenti della disciplina vengono proposti attraverso lezioni frontali, osservazioni ed esercitazioni grafiche con l’ausilio del materiale didattico in dotazione alla Scuola (reperti biologici, calchi, preparazioni in tassidermia) e mediante opportuni riferimenti artistici. 

 

Esame

Al corso è abbinato un seminario con frequenza obbligatoria  (vedi programma prof.ssa R. Fanti).

I crediti necessari per l’ammissione all’esame si ottengono con la frequenza al corso e al seminario, con la partecipazione alle attività di laboratorio econ il superamento degli esoneri obbligatori, relativi alle parti teoriche. Tali verifiche dovranno precedere tassativamente la sessione d’esame prescelta.

Agli elementi preliminari di valutazione si aggiungono in sede d’esame gli elaborati prodotti durante le attività di laboratorio (indicativamente n. 10 tavole di studi anatomici e un  progetto personale scelto dallo studente in accordo con la docenza). 

Bibliografia:
  • S.zunyoghy – G. Feher, Anatomia Scuola di disegno, Uomini/Animali/Anatomia comparata, Konemann,1997;

  • C. Barucchi – P. Bevilacqua, Forma e funzione, Florio, 1998;

  • G. Morelli, Anatomia per gli Artisti, Stabilimento grafico Lega, 2001;

  • S. Simblet, Anatomy for the Artist, Dessain et Tolra, 2002;

  • M. Bussagli, Sotto pelle, Medusa, 2003

  • E. Wolff, Anatomy for Artists, Dover, 2005;

  • A.Lolli – M. Zocchetta – R. Peretti , Struttura Uomo,Vol. 1, Neri Pozza, 2009;

  • F. H. Netter, Atlante di Anatomia Umana, Edra Masson 2016;

  • Atlanti 3D interattivi, es.: visiblebody.com.

Eventuali altre fonti bibliografiche sono indicate durante le lezioni.

 

Orari:

Aula A02

1° Semestre, giovedì, 08.30 – 13.00, 14.00 – 17.30

Orario di ricevimento:

1° Semestre, giovedì, 17.30 – 18.30 

Previsti esoneri:
Informazioni esoneri:

Gli esoneri si svolgono nella settimana che precede ciascuna sessione d’esame, nelle date seguenti:

13  giugno 2019       (appello ore 08,30)

12 settembre 2019  (appello ore 08,30)

06 febbraio 2020     (appello ore 08,30)

Previste revisioni: No
Altre informazioni:
<   Torna ai programmi