Programma della disciplina: Scrittura creativa


Disciplina: Scrittura creativa
Docente: Argia, Coppola
E-mail: argia.coppola@albertina.academy
Livello: Biennio
Piani di studio di riferimento: Scenografia
Area disciplinare: Teatro e Cinema
Settore scientifico disciplinare: ABPC67
Descrizione corso:

 

La scrittura creativa tra Letteratura, Teatro e Cinema: l’Arte dell’Adattamento.

Il corso è suddiviso in tre sezioni che verranno affrontate nel corso dell’Anno Accademico; si tratta di sezioni trimestrali che possono subire modifiche o possono variare a seconda dell’organizzazione dello stesso. Sono così suddivise:

1. Sezione Teorico- Preliminare: intende fornire agli studenti le basi della disciplina. Come trasportare uno spunto creativo, un pensiero, un’idea, una frase o una parola in una struttura scritta compiuta. Cosa scegliere di trasformare in scrittura e come. Come dalla struttura si arriva ad applicare la disciplina a diversi contesti artistici:

  • Poesia /componimento poetico / canzone
  • Dialogo / Testo Drammatico
  • Racconto / Romanzo
  • Sceneggiatura televisiva e cinematografica

Partendo dall’analisi di mirate scene dei tragediografi greci (Eschilo, Sofocle ed Euripide) e della letteratura moderna e contemporanea (Virgina Woolf, Elsa Morante, F. Scott Fitzgerald, Philip Roth per citare alcuni esempi), in questa sezione s’intende anche fornire agli studenti gli strumenti per la costruzione di un plot coinvolgente e credibile, di personaggi ben sviluppati collocati nello spazio e nel tempo e per dare voce in forma completa e precisa alla materia creativa grezza incapace di trovare altra espressione.

La sezione è correlata da esercizi pratici di base (es. esercizio del “Mi ricordo”) e dall’analisi di esempi tratti da “scritture creative esemplari” selezionate dall’insegnate e/o scelte dagli studenti. L’obiettivo della sezione è che ogni studente completi una breve lista di 12 regole che caratterizzano la sua scrittura creativa.

Si veda come riferimento al fondo “Le mie 13 regole d’insegnamento come drammaturga”

2. Sezione Teorico-Pratica: intende analizzare gli strumenti appresi nella prima sezione vedendoli applicati a due esempi nella Letteratura / Poesia, due nel Teatro, due nel Cinema. L’insegnante proporrà una bibliografia ragionata italiana e straniera agli studenti in modo da poter fare insieme una scelta. La scelta sarà circoscritta a quegli autori e a quelle scritture che sono state oggetto di adattamento teatrale e cinematografico in Italia e all’Estero. Oltre alla lettura e visione creativa di capitoli, scene, dialoghi, versi, la sezione sarà incentrata nello stimolare gli studenti a realizzare delle loro creazioni che spazino dalle storie nel cassetto che vogliono raccontare fino a quelle invece che non sapevano di voler raccontare.

3. Sezione Pratica specifica sull’Adattamento teatrale e cinematografico: partendo dai manuali L’adattamento cinematografico di Frederic Sabouraud e Adapturgy: the dramaturg’s art and theatrical adaptation di Barnette Jane, questa sezione intende condurre gli studenti in quella terra creativa dove una letteratura visiva e spesso di stampo epico fa da matrice originaria e offre gli spunti per la creazione di altre scritture creative contemporanee come il dialogo/scena teatrale e cinematografico tratto da pagine di un romanzo. Gli studenti saranno invitati a fare delle prove dopo aver analizzato in forma creativa “exemplum” da

Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa

Matilda di Ronald Dahal

Il Grande Gatsby di F.S. Fitzgerald

Harry Potter di J.K. Rowling

La quadrologia napoletana di Elena Ferrante

I Miserabili di Victor Hugo

Le Vite de’ più eccellenti pittori, scultori, e architetti di Giorgio Vasari

Esercizi e prove pratiche di adattamento andranno a incrociarsi con le conoscenze artistiche e pratiche degli studenti acquisite nelle altre materie. L’obiettivo è di insegnare loro a trasportare nella scrittura la visione pratica di un set teatrale e cinematografico, senza dimenticare la matrice letteraria che offre a quella scena lo spazio, il tempo che fanno parte delle scelte scenografiche. 

Bibliografia:

 

BIBLIOGRAFIA sull’ADATTAMENTO

Manuali:

L’adattamento cinematografico di Frederic Sabouraud
Adapturgy: the dramaturg’s art and theatrical adaptation di Barnette Jane

Testi Creativi Letterari e Drammatici

Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa
Matilda di Ronald Dahal
Il Grande Gatsby di F.S. Fitzgerald
Harry Potter di J.K. Rowling
•La quadrologia napoletana di Elena Ferrante (L'Amica Geniale)
Senso (script di Luchino Visconti e Novella di Camillo Boito)
I Miserabili di Victor Hugo
Le Vite de’ più eccellenti pittori, scultori, e architetti di Giorgio Vasari
Oresteia di Eschilo
Antigone di Sofocle
•Estratti da drammi Shakesperiani (verrà fornita una selezione agli studenti da cui potranno scegliere)
Il Lutto si addice a Elettra di Eugene O’Neill
•Estratti da drammi italiani contemporanei (Elena Russo, Fausto Paravidino, Jasmine Reza)
Orari:

ACCADEMIA ALBERTINA SEDE CENTRALE, aula C28a

Sabato dalle 14 alle 16

Orario di ricevimento:

Il ricevimento sarà sempre a conclusione della lezione in Accademia, ore 16 aula C28a, Sabato (Biennio)

Previsti esoneri: No
Previste revisioni: No
Altre informazioni:

Per iscrizioni e/o domande da ora all'inizio del corso è possibile scrivere a entrambe le emails

argia.coppola@albertina.academy  o  coppolaargia@gmail.com

NELLA SEZIONE MATERIALI, CARTELLA SCRITTURA CREATIVA E' POSSIBILE TROVARE "Le mie 13 regole come playwright" e la presentazione del corso.

Il corso del biennio avra una concentrazione sull'adattamento cinematografico, oltre le conoscenze e la pratica della scrittura creativa teatrale

<   Torna ai programmi